Giovedì 27 aprile ore 18:30 – La Carta Varese e i Remondini di Bassano del Grappa, che legame li unisce?

Carta Varese Remondini
Questa pagina è stata pubblicata il 19 Aprile 2023 e potrebbe contenere informazioni obsolete. Inoltre alcuni elementi potrebbero non funzionare correttamente, nel qual caso, vi saremmo grati se lo segnalaste a webmaster@aimsc.it

Un filo rosso congiunge città e storie diverse attraverso la carta decorativa.
Per due secoli, fra il 1657 e il 1861 Bassano ebbe fama in tutto il mondo per l’imponente attività di stampa dei Remondini. Moderni mercanti e imprenditori iniziarono commercializzando – attraverso i Tesini, commessi viaggiatori dell’epoca – xilografie di santi e volumi di devozione popolare che riscossero grande successo fra i ceti più popolari. Allargandosi si misero a stampare in proprio finché nel ‘700 contavano su oltre 1000 operai che lavoravano su 18 torchi per caratteri mobili e 24 per la calcografia. Un incredibile successo, consolidato dalla produzione di carte raffinate, decorate da disegni di diversi tipi, chiamate “carte da parati”.

Quando le fortune dei Remondini declinano e l’azienda si trova nella necessità di chiudere, la lungimirante visione di un imprenditore di Varese rileva il progetto di recuperare e produrre queste splendide carte decorative, aggiungendo nuovi soggetti dai colori brillanti e densi: nasce così all’inizio del ‘900 la Carta Varese, stampata per alcuni decenni dalla cartiera Molina.

Ma anche la Carta Varese, utilizzata per la sua bellezza e robustezza per foderare copertine di libri, rivestire mobili pregiati, decorare scatole, ecc., rischia di uscire dalla storia con la chiusura della cartiera Molina.

Ci vuole l’intervento di un altro imprenditore visionario, Giorgio Tassotti che è uno degli ospiti di questo appuntamento, a riportarne la produzione a Bassano del Grappa, chiudendo il cerchio. Come ha fatto? Ce lo racconterà lui!

Ospiti:
Mauro Fantinato, docente Scuola Secondaria di Secondo Grado, è autore insieme ad Alberto Milano del libro “Remondini. Le stampe, le carte decorative”.

Giorgio Tassotti, stampatore, editore, imprenditore, collezionista … sua l’idea di far nascere nel 2007 a Bassano del Grappa il Museo della Stampa Remondiniano


Questo evento è terminato, di seguito la registrazione su YouTube dell’incontro:


Per ricevere la nostra newsletter inserisci qui il tuo indirizzo email

Riceverai una mail di conferma.
IMPORTANTE!
La tua registrazione alla newsletter non è completa ed effettiva fino a quando non cliccherai sulla mail di conferma che ti viene inviata automaticamente.

Non inviamo spam o messaggi promozionali, ma solo informazioni sulle nostre attività! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.